Titoli in giallo

domenica 19 giugno 2016

Riso vegetariano

Questa è una ricetta estiva, fresca e semplice completamente senza sale ma con il gusto genuino delle verdure con cui è preparata, come tutte i piatti che vi propongo.

Ingredienti per due porzioni

Due tazzine di riso basmati, due fette spesse mezzo centimetro di melanzana, mezzo peperone giallo di media grandezza, una cipolla piccola di Tropea, tre foglie di basilico pepe bianco e olio extravergine d'oliva qb, due cucchiai di gomasio.

Preparazione

Tagliate le melanzane e i peperoni a cubetti. Fateli saltare in padella con olio extravergine d'oliva e la cipolla affettata finemente. Cuocete il riso basmati per quindici minuti in poca acqua dove avrete sciolto due cucchiai di gomasio. Scolate il riso e fatelo mantecare in padella a fuoco lento per un paio di minuti insieme al sugo. Impiattate e spolverate di pepe bianco. Decorate con le foglie di basilico.

Vegetarian rice



This is a summer recipe, fresh, simple and completely without salt, but with the genuine taste of the vegetables with which it is prepared, like all the dishes that I propose.

Ingredients for two portions

Two cups of basmati rice, two slices of eggplant half a centimeter thick, half a yellow pepper of medium size, a small onion, three leaves of basil and white pepper to taste, extra virgin olive oil, two tablespoons of gomasio.

Preparation

Cut the eggplant and peppers into small cubes. Sauté in a pan with extra virgin olive oil and finely chopped onion. Cook the basmati rice for fifteen minutes in little water, where you have dissolved two tablespoons of gomasio. Drain the rice and let it stir-fry over low heat for a few minutes with the sauce. Serve and sprinkle of white pepper. Decorate with basil leaves.

venerdì 3 giugno 2016

Cestini di quinoa, ceci e zucchine

Una ricetta insolita, un piatto dal gusto originale, nutriente, leggero e sano. Gli ingredienti principali sono zucchine, quinoa e ceci.

Ingredienti per sei cestini

Tre tazzine di quinoa, sei tazzine d'acqua e una d'olio di oliva, tre zucchine piccole, una fetta di tofu, un ciuffo di prezzemolo fresco, uno spicchio d'aglio, un barattolo di ceci precotti, una confezione di pasta sfoglia.

Preparazione

In una pentola miscelate l'acqua la quinoa e l'olio. Portate a ebollizione e lasciate cuocere per dieci minuti, poi spegnete il fuoco e coprite con un coperchio.
Frullate i ceci con il prezzemolo l'aglio e il tofu fino ad ottenere una mousse densa e spumosa.
Lavate e tagliate le zucchine a rondelle sottili.
In un recipiente capiente mescolate la mousse di ceci con la quinoa e le zucchine.
Stendete la pasta sfoglia e ritagliate dei dischi di una decina di centimetri di diametro.
Foderateci sei stampini per muffin e riempite con il composto di ceci zucchine e quinoa.
Infornate a 180 gradi e cuocete per dieci minuti.

Quinoa, chickpeas and courgettes


An unusual recipe, a dish with original taste, nutritious, light and healthy. The main ingredients are courgettes, quinoa and chickpeas.

Ingredients for six baskets

Three cups of quinoa, six cups of water and a drop of olive oil, three small courgettes, a slice of tofu, a sprig of fresh parsley, a clove of garlic, a can of cooked chickpeas, a box of puff pastry.

Preparation

In a pan mix water, quinoa and oil. Bring to a boil and simmer for ten minutes, then turn off the heat and cover with a lid.
Blend the chickpeas with parsley garlic and tofu until you have a thick and frothy mousse. Wash and cut the courgettes into thin rounds.
In a large container, stir together the chickpea mousse with quinoa and courgettes.
Roll out the puff pastry and cut out discs of about ten centimeters in diameter.
Case six muffin tins and fill with the mixture of chickpeas, cougettes and quinoa.
Bake at 180 degrees and cook for ten minutes.

domenica 29 maggio 2016

Ratatouille di verdure

Questo piatto è perfetto per chi vuole mangiare una pietanza saporita vegetariana sana e leggera.
Si può utilizzare come piatto unico, ed è quindi indicato per un pranzo veloce e di facile digestione adatto a chi lavora.

Ingredienti per due porzioni

Tre zucchine piccole, un pomodoro maturo, una patata, una carota, prezzemolo, uno spicchio d'aglio, olio extravergine di oliva, mezzo bicchiere di vino bianco.

Preparazione

Spellate, lavate e tagliate a dadini la patata. Lavate le zucchine e la carota e tagliatele a rondelle. Lavate il pomodoro e schiacciatelo con una forchetta fino a ridurlo una poltiglia.
In una padella sufficientemente larga fate soffriggere l'aglio con l'olio e il prezzemolo, aggiungete prima le patate poi le carote e le zucchine ed in ultimo la poltiglia di pomodoro. Fate cuocere per 15minuti circa, mescolando ogni tanto e sfumando col vino bianco.
Servite tiepido.

Vegetable ratatouille



This dish is perfect for those who want to eat some tasty, light and healthy vegetarian food. You can use it as a main dish, and is therefore suitable for a quick lunch and easy to digest for people who work.

Ingredients for two portions

Three small courgettes, a ripe tomato, a potato, a carrot, parsley, a clove of garlic, extra virgin olive oil, half a glass of white wine.

Preparation

Peel, wash and dice the potato. Wash the courgettes and the carrot and cut them into rounds. Wash the tomatoes and squash it with a fork until it is reduced to a pulp.
In a sufficiently large pan, fry the garlic with the olive oil and the parsley, add first the potatoes, then the carrots and the courgettes and finally the pulp of tomato. Cook for about 15 minutes, stirring occasionally and blending with white wine.
Serve warm.

martedì 24 maggio 2016

Dragoncello

Oggi vi voglio parlare di una spezia particolare e molto utile, infatti il suo sapore intenso ed aromatico con note di sedano e menta, a metà fra il sale e il pepe lo rende un ottimo esaltatore di sapidità naturale e quindi un eccellente sostituto del normale sale da cucina: il dragoncello.

É una spezia ricavata dalla pianta Artemisia dracunculus. Dalle proprietà digestive e depurative, è un antisettico naturale utile contro mal di gola e mal di denti. L'uso del dragoncello è molto comune nella cucina francese, mentre in Italia è caratteristico di alcune ricette toscane.
Si presta bene per insaporire uova, carne, pesce, frutti di mare e diverse insalate e salse.
Sulle ragioni del suo nome, dragoncello, cioè piccolo drago, ci sono molte teorie, dalla forma delle radici a spiegazioni più suggestive come la leggenda che narra di una ragazza innamorata di un soldato francese (i cosiddetti"dragoni") che chiamò così una pianta nata da un semino caduto dallo stivale del suo amato.

Vi riporto brevemente la ricetta della salsa al dragoncello, originaria di Siena. Si prepara con le foglie della spezia amalgamate ad aglio e mollica di pane e inzuppate in aceto e olio d'oliva. Provatela per insaporire carne e pesce in sostituzione del sale.

Tarragon

Today I want to talk about a particular and very useful spice, in fact, its intense flavor and aroma with celery and mint notes, halfway between the salt and pepper, makes it an excellent natural flavor enhancer and therefore an excellent substitute for regular salt kitchen: tarragon.
It is a spice derived from the Artemisia dracunculus plant. With digestive and cleansing properties, it is a natural antiseptic useful against sore throat and toothache. The use of tarragon is very common in French cuisine, while in Italy it is characteristic of some Tuscan recipes.
It can be used to flavor eggs, meat, fish, seafood and various salads and sauces.
About the reasons of his name, “dragoncello”, or small dragon in Italian, there are many theories: from the shape of the roots to the most suggestive explanations as the legend that tells of a girl in love with a French soldier (the so called "dragons") that called it from the plant born by a seed dropped from the boot of his beloved.

I report briefly a recipe about the tarragon sauce, originally from Siena. It is prepared with the leaves of the spice mixed with garlic and bread crumbs and soaked in vinegar and olive oil. Try it to flavor meat and fish in place of salt.

giovedì 19 maggio 2016

Focaccine ai semi di chia

Oggi vi ho preparato delle focaccine soffici integrali ai semi di chia, nelle quali ho sostituito il sale con il più salutare gomasio (condimento orientale del quale abbiamo già abbondantemente parlato nei post precedenti).
La chia (Salvia hispanica) è una pianta floreale della famiglia Lamiaceae, nativa del Guatemala e del Messico centrale e meridionale.
I semi, ricchi di omega3, sono paragonabili dal punto di vista nutrizionale, a quelli del lino e del sesamo.

Ingredienti

Due bicchieri di farina integrale, mezzo bicchiere di acqua tiepida nel quale avrete sciolto mezzo dado di lievito di birra, tre cucchiai di olio extravergine di oliva, tre cucchiai di semi di Chia.

Preparazione

Impastate la farina con l'olio e l'acqua nella quale avete sciolto il lievito. Lavorate a lungo fino a che non otterrete un impasto morbido ed elastico.
Mettetelo in un recipiente, copritelo con un telo pulito e lasciatelo lievitare per un'ora.
A questo punto lavoratelo di nuovo, stendetelo con un mattarello e con il bordo di un bicchiere (o con uno stampino) ritagliate tante pizzette.
Disponetele in una teglia oliata, spennellatele di olio e di una manciata di semi di Chia.
Infornate a 200 gradi e lasciate cuocere per 15 /20 minuti.

Whole scones with chia seeds

Today I have prepared some fluffy whole scones with chia seeds, in which I replaced the salt with the healthier gomasio (an oriental seasoning which we have already thoroughly discussed in previous posts).
Chia (Salvia hispanica) is a floral plant of the Lamiaceae family, native of Guatemala, southern and central Mexico.
The seeds, rich in omega3, are comparable from a nutritional point of view, to those of flax and sesame.

Ingredients

Two cups of whole wheat flour, half a glass of warm water in which you have dissolved a half nut yeast, three tablespoons of extra virgin olive oil, three tablespoons of chia seeds.

Preparation

Mix the flour with the oil and the water in which you have dissolved the yeast. Work them until you get a soft and elastic dough.
Put it in a bowl, cover with a clean towel and let rise for one hour.
At this point knead it again, roll it out with a rolling pin and with the edge of a glass (or with a stencil) cut out many small pizzas.
Arrange on an oiled baking sheet, brush them with oil and a handful of chia seeds.
Bake at 200 degrees and cook for 15/20 minutes.


lunedì 16 maggio 2016

Insalata di quinoa

La quinoa è un alimento ipocalorico privo di glutine, utile per la salute di cuore e muscoli. Si tratta di una pianta erbacea annuale della famiglia delle Chenopodiaceae, come gli spinaci o la barbabietola.
I semi, opportunamente lavorati, possono essere paragonati ai cereali. Di seguito vi riporto la ricetta della mia insalata.

Ingredienti per quattro persone

Quattro tazzine di semi di quinoa, due zucchini grossi, un peperone, un pomodoro maturo, una fetta di tofu, una manciata di pinoli, olio e prezzemolo a piacere.

Preparazione

Lavate la quinoa in acqua fredda. Cuocetela per dieci minuti in una pentola dove avrete messo due tazzine d'acqua per ogni tazzina di quinoa. Lasciatela raffreddare coperta e poi sgranatela con una forchetta.
Tagliate a julienne le zucchine e i peperoni e grigliateli in forno per pochi minuti. Tagliate a dadini il pomodoro e il tofu. Condite la quinoa con le verdure, il tofu, i pinoli e l'olio. Mescolate bene e prima di servire aggiungete una spolverata di prezzemolo tritato.

Quinoa salad

Quinoa is a low-calorie food without gluten, useful for heart and muscle health. It is an annual herbaceous plant of the Chenopodiaceae family, such as spinach or beet.
The seeds, properly processed, can be compared to cereals. Below you will find the recipe for my salad.

Ingredients for four people

Four cups of quinoa seeds, two large courgettes, a pepper, a ripe tomato, a slice of tofu, a handful of pine nuts, olive oil and parsley to taste.

Preparation

Wash the quinoa in cold water. Bake for ten minutes in a pot where you have put two cups of water for every cup of quinoa. Allow it to cool covered. Cut into julienne the courgettes and the peppers and grille them in the oven for a few minutes.
Cut tomato and tofu in thin slices. Seasoned quinoa with vegetables, tofu, pine nuts and olive oil. Stir well before serving, add a sprinkling of chopped parsley.

venerdì 13 maggio 2016

Tagliatelle ai fiori di zucca e pinoli

Si tratta di un primo piatto vegetariano molto appetibile e gustoso, leggero e digeribile. Potete realizzato in poco tempo e non richiede particolare abilità.

Ingredienti per quattro persone

Quattro fiori di zucca freschi, quattro cucchiai di pinoli, uno spicchio d'aglio, un ciuffo di erba cipollina, olio e passata di pomodoro quanto basta, una confezione di tagliatelle integrali secche.

Preparazione

Lavate delicatamente i fiori di zucca, asciugateli e tagliateli a striscioline.
Fateli saltare in padella con l'olio, l'aglio, l'erba cipollina e i pinoli. Aggiungete la passata di pomodoro e cuocete per cinque minuti.
Portate ad ebollizione abbondante acqua salata con poco sale integrale. Gettate la pasta e cuocete per tre quattro minuti. Scolate e condite col sugo.

Tagliatelle with courgettes flowers and pine nuts



It is a very attractive and tasty vegetarian main dish, light and digestible. You can realize it quickly since it requires no special skills.

Ingredients for four people

Four fresh pumpkin flowers, four tablespoons of pine nuts, a clove of garlic, a sprig of chives, olive oil and tomato sauce to taste, a pack of dried whole tagliatelle.

Preparation

Gently wash the courgettes flowers, dry and cut them into strips. Sauté them in a pan with oil, garlic, chives and pine nuts. Add the tomato puree and cook for five minutes.
Bring to boil the water and add a bit of whole salt. Throw the pasta and cook for three to four minutes. Drain and season with the sauce.